Grazie a film, serie tv e fumetti ormai tutti sappiamo che negli Stati Uniti si usa lasciare sempre la mancia per i servizi ricevuti, un’abitudine che qui in Italia non abbiamo, se non per la pizza a domicilio o poco altro, ma la ragione di questa differenza culturale è più semplice di quanto si pensi.

In America del nord, infatti, le retribuzioni per i lavoratori che svolgono un certo tipo di servizi (camerieri, taxisti, facchini, fattorini, parcheggiatori ecc..) sono nettamente inferiori a quelle europee perché prevedono che per una certa percentuale la clientela contribuisca direttamente al salario del dipendente in base alla soddisfazione del servizio ricevuto. Se qualcuno se lo stesse chiedendo no, questa non è una legge e pertanto non è obbligatoria, ma sicuramente è diventata una prassi e le persone sono ormai abituate a lasciare sempre la mancia (in inglese tip o gratuity). Non farlo significherebbe aver ricevuto un servizio tremendo e scadente, e procurerebbe allarmismi ai titolari dell’attività.

Ma come funzionano le mance negli States?

Bene, ora che abbiamo svelato l’arcano e capito perché siamo tenuti a lasciare una mancia negli USA possiamo passare allo step successivo: come funziona?

La percentuale su cui si calcola la tip gira solitamente intorno al 10-20%, a piacere anche più.

Nei ristoranti spesso la mancia viene calcolata direttamente dal locale e proposta nello scontrino in più opzioni: una bassa, una intermedia e una alta (nessuna di queste supererà il 20%). A questo punto non vi resta che sceglierne una in base alla qualità del servizio ricevuto.

E per tutte le altre occasioni?

Questi “suggerimenti” non avvengono invece per altri tipi di servizi di cui potreste usufruire in vacanza, in questi casi dovrete calcolare autonomamente la mancia. Per quanto riguarda il taxi, utilizzato moltissimo negli Stati Uniti, una mancia standard è da considerarsi tra il 10 e il 20% del totale, lo stesso vale per il servizio in camera. Ai parcheggiatori, invece, spettano un paio di dollari, così come ai portieri dell’albergo (rigorosamente in contanti). Un discorso diverso va fatto invece per i facchini a cui di solito si paga un paio di dollari per ogni valigia portata. Ricordiamo infine che NON si usa lasciare mancia ai supermercati, fast food e tutti i luoghi in cui ci si serve autonomamente.

Qualche idea per il tuo viaggio negli USA

E ora che avete capito come fare, non vi resta che organizzare o confermare il vostro viaggio negli Stati Uniti!

Potete optare per un tour dei parchi nazionali (Grand Canyon, Death Valley, Monument Valley, Yosemite ecc..), oppure se siete degli amanti del cinema si può programmare un itinerario che tocchi tutte le scenografie più celebri e arrivi poi a Hollywood nella speranza di incontrare la vostra star preferita. O ancora potete immergervi nell’atmosfera californiana e visitare le celebri San Francisco e Los Angeles per poi magari andare a vedere la vicina Las Vegas.

E poi, New York, Washington DC, le cascate del Niagara, la Florida (con il meraviglioso e gigantesco parco di Disneyworld)… insomma ogni stato ha le sue chicche, e noi siamo pronti ad aiutarvi a scegliere quali visitare nel vostro prossimo viaggio.

Per altri consigli utili non esitate a consultare i numerosi articoli del nostro blog!

Qui di seguito alcuni link per una lettura piacevole sull’argomento:

Un viaggio a stelle e strisce tra 7 città imperdibili

Viaggio alla scoperta della musica negli Stati Uniti

New York: la grande mela più insolita

Viaggio negli USA: la costa Ovest