Ogni viaggio richiede una certa dose di preparazione. Una buona organizzazione diventa ancora più necessaria quando arriva il momento di partire per una destinazione oltreoceano come gli Stati Uniti, che rappresenta spesso il viaggio di una vita. Oltre alla pianificazione dell’itinerario, ci sono alcuni accorgimenti da prendere prima della partenza per assicurarti di vivere un’avventura unica. Vediamoli insieme passo dopo passo e sarai certo di partire con tutto ciò che ti serve!

Scegli l’itinerario giusto

L’itinerario è l’anima di un viaggio, per questo deve essere pianificato in ogni minimo dettaglio. Ricorda che gli Stati Uniti sono un paese enorme (basti pensare che la sua area equivale a circa 33 volte quella dell’Italia) e che, anche muovendosi da coast-to-coast con voli interni, sarà impossibile vedere tutto in un unico viaggio. Per questo è importante delineare le proprie esigenze e definire il proprio itinerario, un compito affascinante ma allo stesso tempo estremamente laborioso che può essere affidato a mani esperte per creare un viaggio su misura per le tue esigenze.

Ricordati i documenti

Solitamente, quando si tratta di brevi soggiorni turistici o viaggi di affari, il modo più semplice e veloce per i cittadini italiani di entrare negli Stati Uniti è con l’ESTA (Electronic System for Travel Authorization). Si tratta di un modulo che permette di soggiornare fino a 90 giorni negli Stati Uniti senza obbligo di visto. Per ottenerlo, è necessario compilare una domanda ESTA online con anticipo: una procedura abbastanza breve ma che deve essere seguita con molta attenzione onde evitare errori che potrebbero ritardarne l’approvazione.

Immagine 2

Rispolvera l’inglese

Porta con te un piccolo dizionario compatto, scarica un app di lingue sullo smartphone o segui un corso di inglese specifico per viaggiare: imparare (o rispolverare) qualche frase chiave sarà uno strumento fondamentale per poterti muovere con maggiore libertà e incontrare persone nuove. Puoi cominciare memorizzando alcune frasi per chiedere indicazioni stradali, informazioni per il tuo volo e la dogana, prenotare un tavolo al ristorante e affrontare eventuali imprevisti (smarrimento o furto di oggetti e numeri di emergenza).

Verifica la copertura assicurativa

Come è ormai noto, il servizio sanitario americano non è strutturato come quello in Italia e i suoi cittadini (così come i turisti) sono tenuti a stipulare delle assicurazioni per poter usufruire dell’assistenza necessaria in caso di emergenza. Dal momento che anche un piccolo infortunio potrebbe pesare migliaia di dollari sul portafoglio, è quindi altamente consigliabile disporre di una polizza assicurativa in modo da far fronte a salatissime spese mediche qualora fosse necessario.

Lascia una mancia

La tip statunitense gioca un ruolo fondamentale nella società (e nell’economia) ed è necessario comprenderne l’importanza per non sbagliare, soprattutto dal momento che il sistema italiano è ben diverso. Le mance vengono lasciate in moltissimi contesti diversi (a figure come cameriere, tassista, parrucchiere, concierge etc.) poiché lo stipendio di chi svolge questi servizi dipende, in gran parte, proprio dalle mance ricevute dai clienti. Solitamente la mancia negli Stati Uniti varia dal 15 al 25% del prezzo complessivo, quindi tienilo sempre in considerazione ogni qualvolta ti troverai ad usufruire di un servizio (come ad esempio quello di un cameriere).

Noi penseremo all’itinerario, tu prepara i documenti: non ti resterà altro che viverti un viaggio americano assolutamente indimenticabile.