Caraibi: quali isole comprendono?

/Caraibi: quali isole comprendono?

I Caraibi sono una destinazione da sogno dove tutti noi, prima o poi, sogniamo di andare.

Ecco, quindi, una guida completa per te che stai organizzando un viaggio da favola nell’incanto di una delle zone più belle del mondo, tra mare cristallino e paesaggi mozzafiato.

Ma quali sono le isole principali? Come fare per raggiungerle? Quando è consigliabile andare ai Caraibi per trovare il clima migliore?

A queste e ad altre domande trovi la risposta in questo articolo, per vivere nel migliore dei modi il tuo sogno caraibico!

Prima di tutto è bene che tu abbia una prima idea concreta di cosa si intende per Caraibi: c’è spesso confusione attorno a questa definizione ed è bene fare chiarezza. I Caraibi sono un’area geografica ricadente nel territorio del continente americano, in particolare nella sua parte centrale. Sono interamente comprese nel territorio caraibico le isole dell’arcipelago delle Grandi Antille (Cayman, Cuba, Jamaica, per citare qualche esempio),Piccole Antille (fra cui Antigua, Guadalupa, Barbados ed Isole Vergini) e quelle delle Bahamas, nonché alcuni tratti costieri continentali, bagnati dal Mar dei Caraibi; tra questi si possono menzionare Messico, Costa Rica, Venezuela, Panama, Nicaragua, Colombia e anche gli Stati Uniti, nella loro estrema propaggine meridionale.

In questo immenso arcipelago si trovano ben 17 territori e le lingue predominanti sono creolo, olandese, inglese e spagnolo e francese.

Elencare tutte le isole caraibiche è un’impresa quasi impossibile, ma cosa importa?

Quel che conta è partire per vivere il sogno del Caribe sulla pelle, tuffarsi tra le onde di questo mare cristallino e lasciarsi trascinare dalle sonorità e dall’allegria di questi popoli, accoglienti e generosi!

Se ti stai domandando come arrivare in una delle isole incantate del Mar del Caraibi, trovi la risposta in questa sotto. Dall’Italia non esistono voli diretti di linea per le isole caraibiche, ma questo non deve scoraggiarti perché, oltre ai charter dei tour operator, esistono numerosi voli che partono da alcune città europee facilmente raggiungibili dai nostri aeroporti. Un esempio? Da Parigi, così come da Londra, Zurigo e Francoforte è possibile raggiungere con un volo diretto i principali aeroporti dell’arcipelago grazie alle compagnie Air Canada, British Airways e Air France che effettuano collegamenti settimanali. Tuttavia, dall’Italia esistono collegamenti diretti con Miami e New York (dagli aeroporti di Malpensa e di Fiumicino principalmente) e dagli scali americani non c’è che l’imbarazzo della scelta per raggiungere gli aeroporti caraibici. Ci sono poi i collegamenti interni tra le isole, gestiti da imbarcazioni o da piccoli aerei che ti permettono di raggiungere rapidamente le diverse isole dello sterminato territorio caraibico. Antigua e Barbuda sono senz’altro fra le mete più rinomate, così come Santo Domingo, Grenada, Guadalupa e le Isole Vergini britanniche.

Dal punto di vista del clima, ti consigliamo di visitare le isole caraibiche nei mesi invernali, pressapoco da metà dicembre a metà aprile. Infatti, in questo periodo troverai temperature particolarmente piacevoli, che si attestano tra i 25 e i 27 gradi, mentre d’estate si superano facilmente i 30 gradi.

Da settembre a novembre, invece, il rischio è di incorrere della stagione delle piogge, che da queste parti sanno essere particolarmente insistenti e abbondanti, nonché durature.

Le vacanze di Natale sono il periodo perfetto se desideri concederti una pausa di relax lontano dal trambusto cittadino in un paradiso terrestre!

2018-09-18T15:58:29+00:00

Iscriviti alla Newsletter

You have Successfully Subscribed!