In questo articolo abbiamo preparato per te una mini guida al tuo prossimo viaggio a caccia delle Luci del Nord. Ecco tutte le informazioni sull’Aurora Boreale che crediamo possano esserti utili per organizzare al meglio una delle avventure più incredibili della tua vita!

Quando vedere l’Aurora Boreale

Il momento migliore per vedere l’Aurora Boreale è quello che va da fine Settembre e fine Marzo, anche se i mesi più adatti sembrano essere Gennaio, Febbraio e Marzo, cioè anche quelli più freddi.

Questo è il periodo più sfruttato per avvistare il fenomeno, ma dobbiamo dirti che in questi mesi è maggiore la probabilità di trovare molti turisti in giro e i prezzi sono decisamente più esosi rispetto ad altri momenti dell’anno.

Per risparmiare un po’, ad esempio, Settembre e Ottobre sono una valida alternativa sia per quanto riguarda le temperature che il budget a disposizione.

Dove vedere l’Aurora Boreale

Sono diversi i luoghi da cui potrai ammirare lo spettacolo delle Luci del Nord.

Ecco quali sono i Paesi migliori per avvistare l’Aurora Boreale:

  • Alaska
  • Danimarca (arcipelago delle Isole Faroe)
  • Irlanda
  • Groenlandia
  • Islanda
  • Finlandia
  • Russia
  • Svezia
  • Canada
  • Norvegia

I luoghi migliori dove ammirare le Luci del Nord sono sempre quelli in assenza di inquinamento luminoso.

Le distese infinite dell’Alaska, ad esempio, sono tra i luoghi più indicati:  AnchorageFairbanks e Denali sono tre delle mete imperdibili. Se decidi di raggiungere l’Alaska, dopo un viaggio così lungo vale la pena essere sicuri di vedere l’Aurora Boreale almeno una volta. Il nostro consiglio, allora, è quello di prenotare un’escursione con i “cacciatori di aurore boreali” che sanno sempre dove e quando avvistarne una!

In Finlandia, invece, uno dei luoghi più gettonati è Luosto: qui suona addirittura un allarme quando inizia l’aurora! Nella vicina cittadina di Sodanklya, invece, ha sede il Northern Lights Research Center che invia un messaggio agli hotel della zona per avvisarli quando le Luci del Nord si palesano

In Lapponia, a cavallo tra Finlandia, Norvegia e Svezia, è possibile partecipare a viaggi con la slitta per ammirare l’aurora boreale: un’esperienza davvero unica!

Per via del suo microclima, Abisko, nella Lapponia svedese, è scientificamente provato essere il luogo migliore per vedere l’aurora. Nell’Abisko National Park l’oscurità della notte, infatti, permette visioni incredibili e il vicino lago, lungo 43 metri, crea il famoso Blue Hole di Abisko.

Tra il Circolo Polare Artico e la zona delle Northern Lights si trova uno dei punti migliori dove ammirare l’aurora boreale: i luoghi migliori sono TromsøAlta, le splendide Isole Lofoten, le Svalbard e il Finnmark.

Tornando oltre oceano, l’area più bella, invece, si trova tra Lake Superior nell’Ontario e la tundra nel Nord del Canada. Il posto più bello è la cittadina di Whitehorse nel territorio Yukon.

Il miglior abbigliamento per vedere l’Aurora Boreale

Per ammirare l’Aurora Boreale dovrai sicuramente passare molte ore fuori al freddo, se non addirittura l’intera notte, con temperature di molto sotto lo zero: non farti cogliere impreparato!

Come sempre il consiglio è quello di vestirsi a strati.

Parti dal primo strato a contatto con la pelle che è il più importante e che dovrebbe essere composto da un ottimo intimo termico resistente alle temperature artiche o del buon intimo in pura lana.

Il secondo strato, poi, dovrebbe essere formato da un maglione in lana o da un pile pesante.

Lo strato più esterno, invece, è consigliabile che sia da una tuta da sci pesante sempre anti vento e impermeabile.

Gli scarponi da sci sono importanti per mantenere i piedi al caldo ed è importante sceglierli con molta cura.

Sciarpa, cappello e calze devono essere completamente in lana: anche questi sono elementi fondamentali per mantenere al caldo tutte le parti del corpo più sensibili al freddo.

Per le mani ti consigliamo dei buoni sottoguanti in goretex edei guantoni da sci pesanti da utilizzare per scaldarti le mani durante le uscite notturne per fotografare l’Aurora Boreale.

Altre utili informazioni sull’Aurora Boreale

Per poter avvistare l’Aurora Boreale è importante tenere in considerazione alcuni punti importanti.

  • Le Luci del Nord sono un fenomeno imprevedibile: molti viaggiatori sono convinti di riuscire a vederla in ogni caso, ma la verità è che dovrai munirti ditanta pazienza. Questa, infatti, è la prima regola da non dimenticare ed è forse anche il motivo per cui si parla di caccia alle aurore boreali.
  • Non sempre più si va al Nord e più si è certi di avvistarla. Infatti, durante il picco dell’attività solare questo fenomeno accade con più frequenza a latitudini più basse, mentre durante le fasi di minimo si alzano e sono visibili solo dirigendosi al Nord.
  • Le Luci del Nord sono visibili solo quando il cielo è limpido e pulito. Ecco perché è bene scegliere il luogo con cura: questo è indispensabile per non rimanere delusi. Le zone più indicate, ovunque tu abbia deciso di recarti, saranno sempre e comunque quelle interne rispetto a quelle costiere.
  • Non è necessario guardare a Nord per osservare l’Aurora Boreale. Se ci si trova all’interno del famoso ovale dell’Aurora, essa si può manifestare ovunque. Se invece ti troverai alle Svalbard, dovrai guardare verso Sud!

Come fotografare l’Aurora Boreale

Fotografare l’Aurora Boreale non è così difficile come può sembrare, ma richiede una buona conoscenza delle basi della fotografia.

La fotografia notturna, infatti, è una delle tecniche più difficili da imparare, soprattutto per fotografare la Dama Verde. Di certo una buona attrezzatura fotografica farà la differenza: non risparmiare sulla reflex, né sull’obiettivo!

Ti consigliamo di sistemare qualche importante impostazione della macchina fotografica per risparmiare tempo prezioso nel caso in cui la Dea Verde ti colga di sorpresa.

Inizia impostando il formato di scatto in RAW: in questo modo, infatti, avrai scatti con maggiore qualità e dettagli, cosa molto importante affinché tu possa lavorarci meglio in post produzione.

Ricordati, prima di uscire a fotografare l’Aurora Boreale, di guardare il meteo: avrai bisogno di un cielo completamente buio, sereno e lontano dall’inquinamento luminoso della città per scattare ottime foto.

Sarebbe meglio, addirittura, che si trattasse di una notte senza luna, anche se a volte la sua presenza aiuta ad illuminare il paesaggio e scattare foto spettacolari.

Nelle zone interne risulterà più semplice trovare un cielo senza nuvole rispetto alle zone costiere.

Bisogna dire, però, che spesso sulla costa il meteo cambia nel giro di 5 minuti, perciò se desideri fotografare l’Aurora Boreale sul mare munisciti di pazienza e non demordere!

Per le previsioni dell’attività dell’Aurora Boreale potrai affidarti a diversi siti, ma tieni presente che le anticipazioni non sono mai precise al 100% e il miglior metodo per scoprire se la serata sarà buona per fotografare l’Aurora Boreale è sempre quello di uscire e restare con il naso all’insù!

I colori dell’Aurora Boreale: una curiosità

Ci teniamo a raccontarti anche una curiosità prima di concludere questo articolo.

Sapevi che le sfumature di colore dell’Aurora Boreale, che di solito è associata al verde, in realtà possono assumere tantissime sfumature?

Questo è dovuto al fatto che la colorazione dipende dall’altitudine a cui si verifica e dal gas presente in quello strato. Quelle verdi e quelle blu si originano negli strati più bassi dell’atmosfera grazie all’ossigeno atomico, mentre quelle rosse (le più rare) avvengono negli strati più alti per interferenza dell’ossigeno molecolare.

Speriamo di averti lasciato qualche interessante e utile informazione sull’Aurora Boreale.

Se hai trovato questo articolo utile o se semplicemente vuoi partire a caccia delle Luci del Nord e hai bisogno di aiuto, ti invitiamo a contattarci per organizzare il tuo prossimo viaggio alla scoperta di uno dei fenomeni più antichi e affascinanti che esistano!